COMUNICATO STAMPA VOLLEY YOUNG OSIMO

La Volley Young Osimo esprime il suo più totale dissenso in merito al ricorso presentato dalla società Ck Servizi Ancona riguardante la gara vinta dalle osimane e successivamente omologata con un 3-0 a tavolino a favore delle doriche per un errore, commesso in buona fede,  alla firma del verbale di gara. Al contempo, accetterà qualsivoglia provvedimento che emetterà la Federazione Provinciale nei confronti del general manager osimano Valter Matassoli.

Essendo il Comitato di Ancona in emergenza per quanto concerne la carenza da un punto di vista numerico dei direttori di gara, nelle categorie giovanili è consuetudine che un dirigente della società ospitante metta a disposizione della Federazione un direttore di gara. Sia esso appartenente alla società o meno.
A dirigere l’incontro valido per il campionato regionale Under 16 femminile tra Volley Young Osimo e Ck Servizi Ancona avrebbe dovuto essere Valter Matassoli, general manager della formazione locale. Per un ritardo causato da motivi di salute, Matassoli non era potuto essere presente in orario per l’inizio della partita, tanto da essere sostituito da un genitore della squadra locale. Al suo arrivo, erano circa le 18.25, il signor Matassoli ha chiesto al gentile genitore, che fino a quel momento lo aveva sostituito alla direzione di gara, di prendere il suo posto ma l’uomo gli aveva fatto cenno di sedersi tranquillamente sugli spalti senza sforzarsi ulteriormente dopo il trattamento medico subito al collo. Fin qui tutto regolare, ma al termine della partita, il genitore scende dal seggiolone dell’arbitro e sul verbale firma a nome di Valter Matassoli. Un errore commesso in buona fede, in quanto avrebbe potuto firmare anche a nome suo. 
Il tutto era passato inosservato, essendo una gara di under 16 femminile dove entrambe le squadre non ambivano a nessun traguardo particolare, se non migliorare la propria posizione in classifica. Una settimana dopo però, la Ck Servizi Ancona si accorge dell’errore facendo ricorso in Federazione chiedendo sia la partita vinta a tavolino, sia che quanto successo passi al vaglio della Procura Federale. La Fipav provinciale lo accoglie omologando il 3-0 a tavolino a favore della CK Servizi.
La società osimana è oltraggiata dal comportamento del sodalizio dorico il quale, così facendo, ha dimostrato di aver perso due volte: non solo sul campo, ma anche fuori. La pallavolo negli ultimi anni si erge a paladino dello sport sano e corretto con lo slogan “Il nostro sport è differente”, quando invece gli stessi addetti ai lavori si pongono in maniera differente. 
La società Volley Young Osimo, nella persona di Valter Matassoli, accetterà e condividerà qualsiasi provvedimento che la Federazione intenderà prendere nei suoi confronti. Questo però ci spinge anche a formalizzare un invito che possa far riflettere. Per ambire a un terzo posto in Under 16 femminile, dove le protagoniste sono piccole ragazzine, vale la pena mettere in discussione tutti i valori di uno sport come la pallavolo?


Last update: 2019-02-26 14:01


Nome:      Email: